Categorie
italiano Linguistica

Il testo argomentativo

Il testo argomentativo è un tipo di testo in cui l’autore espone una tesi, un’opinione, in cui propone un’idea della cui validità cerca di convincere il destinatario.

Vuole quindi proporre un’idea e convincere l’interlocutore del valore della idea, della sua tesi. Lo scopo del testo argomentativo è quindi quello di convincere l’ascoltatore a proposito di una determinata questione, di spiegare una determinata problematica o una determinata idea, di accusare o di difendere qualcuno o qualcosa, di sostenere un’idea o un’opinione. Quindi l’obiettivo principale è quello di persuadere l’interlocutore.

Ci sono diversi tipi di testi argomentativi come gli articoli di giornale (l’articolo di fondo è un testo argomentativo), le recensioni di film di libri, i testi dei manuali, ma anche i saggi o le arringhe giudiziarie.

Struttura di un testo argomentativo

Innanzitutto possiamo dividere i testi argomentativi in due tipi: i testi argomentativi semplici e quelli più articolati.

Testo argomentativo semplice

Il testo argomentativo semplice prevede:

  • la presentazione dell’argomentazione o del problema,
  • l’enunciazione della tesi, dell’idea da sostenere,
  • le argomentazioni che vanno a sostegno della tesi, per le argomentazioni si devono utilizzare dati, fatti, citazioni di fonti autorevoli, esempi, ragionamenti,
  • conclusione in cui si ribadisce la tesi in modo sintetico e chiaro.

Testo argomentativo articolato

 Un testo argomentativo può anche essere più articolato.  Dopo la presentazione dell’argomentazione o del problema, dopo l’enunciazione della tesi e l’esposizione di almeno due argomentazioni a favore della tesi può essere presentata l’antitesi.  Qual è lo scopo dell’antitesi? È quello di dare l’altra versione dei fatti, con lo scopo preciso di smontarne subito dopo le argomentazioni e dare quindi più valore alla tesi enunciata. In questo caso, dopo che l’antitesi è stata esposta, vanno presentate le argomentazioni dell’antitesi che vanno successivamente smantellate, confutate. Dalla confutazione delle argomentazioni dell’antitesi si passa alla conclusione del testo argomentativo in cui ovviamente si riafferma la tesi che si vuole sostenere.

Il testo argomentativo articolato quindi prevede:

  • la presentazione dell’argomentazione o del problema,
  • l’enunciazione della tesi, dell’idea da sostenere,
  • le argomentazioni che vanno a sostegno della tesi,
  • l’antitesi,
  • le argomentazioni dell’antitesi,
  • la confutazione di ogni argomento dell’antitesi.
  • conclusione in cui si ribadisce la tesi in modo sintetico e chiaro.

Per dare forza e validità agli argomenti si devono utilizzare tutte le informazioni raccolte sul tema ricerche, letture, dati.

Caratteristiche linguistiche del testo argomentativo

  1. Uso del tempo presente,
  2. Uso frequente di frasi complesse subordinate; è preferibile utilizzare periodi di tipo ipotattico, meglio l’ipotassi alla paratassi, con proposizioni finali, causali, consecutive e ipotetiche,
  3. Uso frequente di connettivi testuali, cioè di tutte quelle parole ed espressioni che hanno la funzione di legare tra loro le varie parti del testo.

Slide

Fonti

https://www.lagrammaticaitaliana.it/lezioni/174/paratassi-e-ipotassi

https://italianostoriablogsite.com/2017/10/13/lezione-9-paratassi-e-ipotassi-stile-segmentato-o-stile-coeso/http://grammatica.impariamoitaliano.com/2017/06/un-elenco-di-connettivi-testuali.html